venerdì 27 giugno 2014

Invitami all' Opera

Anche quest'anno la stagione lirica di Verona è iniziata. Torna in primo piano, più magica che mai, più elegante ed accattivante che mai, più luminosa e splendente, lei: l'Arena di Verona.
 
Il luogo in cui anche il più sconosciuto degli artisti diventa una star, anche il più stonato dei cantanti diventa un incantatore... perché in Arena si va anche solo per l'Arena.
 
Metti una sera d'estate, calda ma non afosa, metti una piacevole compagnia, una passeggiata in centro fra le vie di Verona, uno sguardo alle vetrine, un bicchiere di vino (come non provarlo qui da noi nella patria del Vinitaly!), metti una fotografia sulla panchina dell'amore, un gelato da passeggio e poi... dagli arcovoli alle gradinate.
 
E musica sia!
 
Se poi siete amanti dell'Opera Lirica il tutto diventa meraviglioso. Un calendario pregno di ricchi e imperdibili appuntamenti. E per non farsi mancare nulla, le fantastiche notti di Invito all'Opera, organizzate da Unicredit ogni anno in Gran Guardia, uno dei Palazzi più belli di Verona... in piazza Bra, fronte Arena.
 
E magia sia! 

domenica 8 giugno 2014

La dura vita del receptionist !

help the receptionist
Molte persone pensano che la vita alla reception di un hotel sia piuttosto semplice: arrivano i clienti, porgi loro la chiave, sorridi e fai il conto quando se ne vanno. UTOPIA !
 
La vita di un receptionist è più dura di quanto si possa immaginare.
 
Si ha a che fare ogni giorno con clienti delle più svariate nazionalità, ognuno con la loro cultura, con le proprie abitudini (o male-abitudini), con le loro esigenze e convinzioni. Si devono conoscere usi e costumi di tutte le razze - per evitare figuracce o scortesie. Si deve essere sempre educati ma non invadenti, sorridenti ma non informali, veloci ma non troppo sintetici.
 
Si devono conoscere tutte le informazioni e tendenze della propria città perché, nonostante ci si trovi nell'era di Google dove tutti sanno tutto di tutti e tutti, il cliente hotel chiederà sempre e comunque indicazioni al receptionist.
 
Si deve essere veloci a fare il check in perché quando il cliente arriva vuole subito andare in camera (anche se il cliente precedente deve ancora lasciare la stanza); si deve essere veloci a fare il check out perché al momento del conto il cliente vuole schizzare via come una scheggia.
 
Il receptionist deve saper parlare (a detta dei clienti) almeno una decine di lingue straniere, giapponese e russo compresi e non può permettersi di non capire qualche parola.
 
Nell'era del wifi deve diventare anche tecnico informatico per poter collegare tutte le apparecchiature delle diverse marche, da i-phone a i-pod, da tablet a blackberry, alla propria rete wifi e ne deve conoscere velocità, capacità di upload e download... e guai se la connessione non soddisfa le esigenze del cliente !
 
E se di sera il barista si assenta, il receptionist deve saper diventare anche barman di alto livello, perché - si sa - in un hotel ci si aspetta sempre il meglio!...